ZOOBURGER CON IL VENTO IN POPPA CHIUDE IL GIRONE DA IMBATTUTA E DA PRIMA DELLA CLASSE  

O’TIR A GIR vs ZOO BURGER 4-12 (Girone D)

Reti: Barra x3 (ZB), Sicolo x3 (ZB), Morganti x3 (ZB), Loi x2 (ZB), Gallizia (ZB), Bazzani, Manidi, Capobianco, Meda (O’).

ZOOBURGER CON IL VENTO IN POPPA CHIUDE IL GIRONE DA IMBATTUTA E DA PRIMA DELLA CLASSE   – Francesco Nigro-

I ragazzi di Zooburger dopo le prime 2 giornate si erano già qualificati come primi, e quindi nell’ultima partita ci poteva essere un calo di attenzione e un po’ di leggerezza in più, visto l’andamento del girone. Ma così non è stato, perché le grandi squadre è in questi dettagli che si rivelano tali, e anche Zooburger infatti, è scesa in campo con la giusta determinazione per portare a casa 3 punti e chiudere il girone a punteggio pieno. Risultato dunque ottenuto per i biancoverdi, che disputando una gara di altissimo livello hanno ridotto a zero le possibilità di O’tir a gir di qualificarsi per la fase successiva, imponendosi con un pesante 12-4. Tanta, tantissima la qualità in campo, a cominciare da Barra, puntero dei biancoverdi che con una tripletta e il solito lavoro sporco si è guadagnato meritatamente il premio di migliore in campo, per non parlare di Morganti, sempre pericoloso con la sua tecnica sopraffina, e Sicolo, esterno d’attacco di Zooburger che quando si accende pare avere un motorino alle spalle, viaggiando al doppio degli avversari. Insomma, Zooburger si qualifica come prima del girone meritatamente, e si candida fortemente alla vittoria finale. Ma attenzione, da adesso si fa sul serio, vietato sbagliare, ai quarti ci sono i quotatissimi avversari del Paradiso Della Brugola, e a noi non resta che stare a vedere cosa la Soul Summer Cup sarà ancora in grado di offrirci, sicuri del fatto che lo spettacolo non mancherà di certo.

LE PAGELLE

O’TIR A GIR

Toti 5 Viene bucato per ben 12 volte e non può prendere la sufficienza. Nonostante alcune imprecisioni riesce comunque a regalarsi qualche parata di gran livello.

Lorenzi 5.5 In difesa è sicuramente il più in palla, ma viene poco aiutato dai compagni. Fisicamente imponente e non facile da superare.

Zelante 5 Non riesce a prendere le misure agli avversari durante l’arco dei 40 minuti. Troppo superiori.

Amatulli 5.5 La grinta c’è, è uno dei pochi a provarci fino all’ultimo e a provare a creare qualche azione degna di nota.

Manaog 5 Non entra in partita e rimane nell’oscurità.

Zandonà 5 Come molti suoi compagni finisce per essere risucchiato nel vortice biancoverde, senza riuscire mai a uscire.

Meda 5.5 Un gol e tanta corsa. Purtroppo non bastano per arrivare alla sufficienza.

Manidi 5.5 Punta fisica che però non riesce a far salire bene la squadra. Trova un gol a fine partita e poco altro.

Bazzani 6.5 L’uomo qualitativamente più importante della squadra. È lui la scintilla che se si accende può creare qualche grattacapo alla difesa. Prestazione più che sufficiente.

Capobianco 6 Autogol sfortunato ma alla fine meglio dare il gol a Morganti. Per il resto è l’unico insieme a Bazzani che prova con coraggio la giocata e spesso riesce anche a saltare l’avversario.

ZOOBURGER

Invrea 6 La partita comincia in discesa con i suoi che prendono il largo, e di conseguenza commette qualche leggerezza di troppo rispetto al solito. Rimane comunque un ottimo portiere che adesso si rimetterà in pista per giocare dei quarti di finale da protagonista. MIGLIOR PORTIERE.

Spizzi 7 Difensore centrale che regge la baracca e lo fa con qualità e corsa. Ogni tanto si concede anche qualche sgroppata offensiva con buoni risultati.

Nugnes 7 Il capitano è sempre utile, con il suo carisma e la sua presenza in campo. Gli manca solo il gol per coronare una prova ottima.

Gallizia 7.5 Qualità elevatissima e sicurezza palla al piede. Per quanto è tranquillo sembra giochi con lo smoking, senza sporcarsi mai.

Barra 8 Puntero piazzato e ben messo fisicamente. Nessuno riesce a spostarlo e fa il solito lavoro sporco ma essenziale. Se inizia anche a metterci tanti gol diventa un giocatore davvero devastante. MIGLIOR GIOCATORE.

Morganti 8 Il suo nome tra i migliori non fa nemmeno più notizia. È un giocatore fantastico e dotato di una tecnica sublime, e ancora una volta segna una fantastica tripletta.

Sicolo 8 La sua velocità è disarmante, con gli avversari che quando parte, non possono far altro che prendergli la targa. 3 gol e partita pressoché perfetta.

Loi 8 Due gol e grande presenza in mezzo al campo e sulla fascia. Una delle due reti è un destro preciso che si spegne all’ incrocio dei pali. Fantastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp