Ulmi Open: Hammers martellanti! Esordio con il botto

Inizio travolgente degli Hammers campioni in carica che, all’esordio del campionato Open dell’Ulmi, frantumano gli esordienti D Squad senza un briciolo di pietà. Il passivo è enorme: 13 reti per mandale subito un segnale a tutte le pretendenti.

Partita senza storia già nella prima frazione di gara con Husi Ergyn e Federico Marino grandi protagonisti: una tripletta a testa per loro e la rete di Grassia porta il parziale sul 7-0 dopo soli venti minuti.

Nella ripresa, nonostante qualche timido tentativo dei celestini, gli Hammers tornano a martellare e ne infilano altri sei: Grassia trova la rete della doppietta personale, così come Troilo e Bellitto, e per finire ecco servito il poker di Husi che porta appunto a 13 le marcature granata.

 

PAGELLE

HAMMERS

SENTINELLA 7 Quasi mai impegnato, ma nel finale si fa trovare pronto a mantenere la porta inviolata.

MARINO 8.5 Gol, tecnica, qualità e leadership. Da ammirare.

RAVETTA 6.5 Sempre attento in chiusura.

HUSI 9 Zlatan Ibrahimovic sotto falso nome. Impressionante per fisico, potenza e tecnica.

BELLITTO 7.5 Dietro è un muro, davanti si toglie la soddisfazione di una doppietta.

DE LUCA 7 Ara la fascia destra senza problemi, sfornando assist e giocate.

TROILO 7.5 Elegante e ordinato nella gestione della palla. Sa sempre cosa fare.

BERANTI 6.5 Spunti e trame interessanti. Gli manca solo il gol che non arriva.

GRASSIA 7.5 Un’anguilla. Sguscia via in tutte le maniere, manca solamente che passi a gattoni sotto le gambe degli avversari.

 

D SQUAD

MESSINESE 6.5 Prende 13 gol su almeno una trentina di tiri. Fa davvero quel che può.

PISCOPO 5.5 Rognoso in fase difensiva, qualche sbavatura però la commette.

PISCOPO 5.5 Abbastanza mobile in fascia, poi però si perde nella giocata.

FERRARI 5.5 Bene il primo controllo ma poi risulta impreciso.

CORSINI 5 Si vede poco nei radar del match.

LOCATELLI 6 Prova ad inventarsi qualche giocata e qualche tiro dalla distanza.

TERRAGNI 5.5 Nel primo tempo lavora sporco e prova a rendersi pericoloso. Nella ripresa svanisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp