Spring Cup: Hammers distrugge malamente Milano To Be

Massacro sportivo di Hammers, che all’esordio della Spring Cup targata Ulmi, distrugge Milano To Be con un gigantesco 12-2.

Fin dai primi minuti non c’è praticamente nulla da dire: Troilo apre le danze per l’1-0, poi Marino e Husy si scatenano e segnano una doppietta a testa, prima che Grassia chiuda il parziale all’intervallo con un secco 6-0.

Ad inizio ripresa, ecco il primo e unico cenno d’orgoglio di Milano To Be: Scopel segna il 6-1 e si guadagna il rigore che viene trasformato da Grassi per il secondo gol degli ‘All Blacks’. L’illusione dura qualche secondo, prima che De Luca segni il 7-2 per gli Hammers e dà nuovamente il via alle danze con Husy che segna un’altra doppietta e arriva a quattro gol, Marino chiude a tre, Grassia trova la doppietta e Ravetta chiude il punteggio finale sul 12-2.

HAMMERS

Sentinella 6.5 Compie un paio di parate importanti, ma poi tutto sommato passa una serata tranquilla.

Grassia 7.5 Giocatore con un’altra marcia rispetto a tutti gli altri.

Bellitto 6.5 Arriva sempre per primo sul pallone.

Ravetta 6.5 Ordinato e deciso. Trova anche la gioia personale del gol.

Troilo 7 Apre le danze ed è elegante.

Loja 6.5 Esplosivo in avanti, più in difficoltà dietro.

Marino 9 Segna, fa assist e non lo vedono mai.

De Luca 6.5 Gol e tanto sacrificio.

Husy 9 Quattro gol per dimostrare a qualche vigliacca iberica che non è un ‘Pelele’.

Magnaghi 6.5 Qualche fiammata degna di nota. Si intravede qualità ma non la mostra a pieno.

MILANO TO BE

Di Maio 5.5 Porta a casa il sacco.

Amine 5.5 Può farci poco, in avanti vanno il doppio.

Scopel 6 Fermo piantato, però dà qualità. Gol più rigore procurato.

Gioia 5.5 Non parte male, soccombe però con la squadra. Mai una Gioia.

Roccotiello 5.5 In avanti si vede poco.

Ardizzoni 5.5 Cerca come sempre di dare ordine e calma a centrocampo, ma anche lui sbaglia qualche giocata di troppo.

Goj 5.5 Lotta fino alla fine senza arrendersi. Apprezzabile l’impegno, ma viene spesso infilato con le belle giocate avversarie.

Imbronise 5.5 La prestazione non è male in realtà, ma si mangia tre gol già fatti in un momento delicato.

Grassi 6 Si smarca bene e prova ad essere pericoloso. Segna il 6-2 su rigore che illude una difficile rimonta che non avverrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp