PARI OTTOVOLANTE TRA BRUGOLA E HAMMERS

IL PARADISO DELLA BRUGOLA vs HAMMERS 4-4 (Girone B )
RETI: Italiano (P), Zambelli (P), Maggioni (P), Checchi (P), Marino x2(H), Ergyn x2 (H)

PARI OTTOVOLANTE TRA BRUGOLA E HAMMERS         – Riccardo Lionetto –

Termina con un pareggio batticuore il match inaugurale del Girone B tra Il Paradiso della Brugola e gli Hammers. Uno spettacolare 4-4 frutto di una serie di emozioni al limite della legalità, mozzafiato. I brugoli vanno in vantaggio dopo soli cinque minuti grazie alla zampata vincente di Italiano in area di rigore. Ma il match è vivo, equilibrato e soprattutto colmo di ritmo. Gli Hammers iniziano a ‘martellare’ e riescono a ribaltare la gara grazie alla doppietta del capitano Marino, che permette ai suoi di chiudere la prima frazione di gara meritatamente in vantaggio. Al Paradiso della Brugola, però, bastano solo trenta secondi della ripresa per trovare il pareggio firmato Zambelli. Gli Hammers accusano, i brugoli spingono: per questi ultimi sale in cattedra Mattia Checchi, che prima manda in porta Maggioni per il nuovo vantaggio e poi trova la rete del 4-2. Sembra finita, gli Hammers sembrano annichiliti, quando per gli amaranto si accende Husi Ergyn: prima realizza una punizione di potenza (con la complicità della barriera) e poi trova un rasoterra vellutato dalla distanza che non lascia scampo a Fusco. Nel finale occasionissima per il Paradiso della Brugola con Maggioni, ma Sentinella si supera.

LE PAGELLE

Il Paradiso della Brugola
Fusco 5.5: paradossalmente non subisce molto, ma subisce 4 reti sulle vere occasioni degli avversari.
Checchi 7.5: quando parte in velocità è imprendibile. Inoltre, ha la colla sui piedi, non lo perde mai.
Mura 5.5: qualche imprecisione di troppo per il difensore. Conoscendo il suo valore può fare decisamente di più.
Bisiacchi 6: si nota nel primo tempo, dove spesso rischia la giocata. Nella ripresa fatica di più.
Convertino 6.5: gestisce bene il pallone a centrocampo
Italiano 6.5: apre le danze e martella in mezzo al campo.
Zambelli 7: spesso e volentieri propositivo. Trova una rete importante nella ripresa.
Allegretti 6: alterna momenti di gran classe a momenti in cui si perde in un bicchiere d’acqua. Ma la prova è decisamente sufficiente.
Maggioni 7: tarantolato. Si muove sempre e spesso salta l’uomo.

Hammers
Sentinella 7: prende quattro gol, vero. Ma ne salva quasi il doppio. Nel finale mantiene il pareggio con una grande parata.
Marino 7: prende la squadra sulle spalle nel primo tempo trascinandola con una doppietta. Fa sempre la scelta giusta.
Beranti 6: parte bene, poi si eclissa e finisce ad aiutare il centrocampo in fase di contenimento.
Ergyn 7.5: nonostante le lunghe leve e l’altezza, ha un’agilità e una tecnica pazzesca. Trascina la squadra ad una insperata rimonta.
De Luca 6: tanta corsa e sacrificio.
Ravetta 6: tanta grinta. Qualche sbavatura di troppo.
Magnaghi 5.5: poco attivo nel match.
Troilo 5.5: fatica a prendere le misure dei marcatori.
Loja 5.5: entra in partita servendo l’assist a Marino. Poi però inizia a sbagliare una serie di giocate che portano ai gol avversari.
Grassia 7: salta l’uomo con una facilità disarmante. Gli manca solo il gol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp