Narghy-Car.Sessa Summer Champions: vittoria di manica larga e qualificazione per la Carrozzeria Sessa

Vittoria di forza per Carsessa e qualificazione centrata grazie al nettissimo 12 a 4 rifilato all’FC Narghi, ahinoi cenerentola della competizione ed eliminata ai gironi.

Gara che inizia con il Narghi volenteroso nel giocarsi tutte le sue carte. Mido la sblocca al 10’, ma poco più tardi La Placa ribalta tutto con una tripletta sensazionale. Prima della chiusura della frazione, Lusci, il migliore dei sui, indovina il tocco vincente per dare speranza ai biancoverdi.

Nella ripresa, però, la stanchezza tra le fila del Narghi si fa sentire, non essendoci cambi ai sette titolari. Dopo un’abbondante interruzione dovuta ad un guasto nell’illuminazione della “Bombonera Ulmi”, la gara riprende con il dilagare di gol da parte di Carsessa: le doppiette di Checchi, di Rubino e la rete di Fava portano il parziale sull’8-2.

Poi il moto d’orgoglio, con Lusci e Righini che accorciano a meno quattro. Ma ormai è troppo tardi: Iosca, doppietta anche per lui, Fava e Checchi chiudono la gara. Carsessa che aggancia così in vetta Koral, Narghi eliminato e fermo a quota 0.

 

FC NARGHI

Nassar 6: Il suo ruolo non è quello del portiere e si vede. Leggermente meglio rispetto al predecessore, la sufficienza arriva grazie all’impegno. Anche perché, 12 gol sono davvero tanti…

Corridori 6.5: Nei tre dietro è quello che si nota di più, soprattutto grazie alle sue galoppate. Sarà per via del cognome, ma corre più di tutti.

Righini 6.5: Alterna la zona difensiva a quella mediana del campo, trovando anche la gloria della via del gol. Purtroppo per i suoi inutile.

Cristiano 6: Cerca di lasciare il segno in una gara giocata praticamente a metà dai suoi. Sovrastato dal centrocampo, decisamente più esperto, di Carsessa.

Tregambi 5.5: Dispiace assegnare un’insufficienza, per quanto poco grave. Partita di sofferenza, prova a farsi vedere senza fortuna. Capita.

Mido 7: Qualitativamente è il migliore in assoluto dei suoi. Ogni tanto si intestardisce nel cercare la giocata personale, che, però, quando gli riesce, merita gli applausi (vedasi il gol, ndr).

Lusci 7.5: Sigla una doppietta inutile ma di ottima fattura. In attacco si muove bene, cercando sempre lo strappo giusto per arrivare alla conclusione.

 

CARSESSA

Dudiez 6.5: Non può praticamente nulla sulle reti subite, ma salva in un paio di circostanze i suoi dagli attacchi, per quanto rari, di Narghi.

Rubino 7-: Il meno è per l’approccio alla gara, tant’è che dopo appena 10’ esce per recuperare. Nella ripresa però entra in partita e sigla due gol di ottima fattura per movimento e conclusione.

Checchi 8: E’ l’uomo della partita, insieme a La Placa detta legge in attacco trovando una tripletta importante per risultato e morale. Può essere la sorpresa della competizione.

La Placa 8: Praticamente il copia e incolla di quanto scritto appena sopra rispetto al capitano. Leggermente più tecnico, anche se pecca un po’ di cattiveria.

Mura 6.5: Difensore con la D maiuscola. Perché? Difende bene e in maniera attenta e precisa. Attacca raramente, e quando lo fa non c’entra mai la porta.

Fava 7.5: E’ un terzino con ottime propensioni offensive. E lo dimostra con une bei gol, che accrescono un voto che, di base, sarebbe già stato alto.

Iosca 7.5: Entra in partita, almeno sul tabellino, a gara già finita. Sigla comunque due bei gol, senza però dimenticare di avere il 10 sulle spalle. E allora cala diversi assist per i compagni.

Robbiati 6.5: Si vede meno rispetto ai compagni di reparto, senza trovare infatti la via del gol. Ma sulla destra, quando punta, risulta sempre pericoloso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp