Narghy-Arroghandi Ulmi Open: Narghy super, 7-2 e Arroghandi schiantati

F.C Narghy batte 7-2 Arroghandi sfruttando al massimo tutte le occasioni e addormentando con sapienza tecnica la gara nella ripresa. Il primo tempo comincia con due occasioni per Narghy che non vengono capitalizzate prima che in rapida successione arrivi il primo gol di Grimaldi e la rete di Ahmed.

Segue una fase senza clamore che si risolve nel finale di frazione in cui Grimaldi mette a segno altre due reti (tripletta) e Giangoia sigla il 5-0. A inizio ripresa Arroghandi trova un gol di rabbia con Santambrogio però gli avversari rispondono subito con Ahmed. Santambrogio non ci sta e trova la doppietta ma poi i vincitori anestetizzano il proseguo con ottima qualità e fraseggio, prima di trova il 7-2 finale con Schifone.

LE PAGELLE

F.C. NARGHY

Di Lecce: 6,5. Gestisce bene il reparto arretrato e compie delle parate importanti.
Lusci 6.5. Attento nel posizionamento e puntuale nelle chiusure di testa propiziate dall’onnipresente cappellino.
Schifone 6.5. Si anima nel finale di partita e sguscia con facilità sulla fascia senza lesinare in impegno.
Grimaldi: 9. Segna tre gol di cui uno all’incrocio dei pali da metà campo. Serve un assist illuminante sul finire di gara e fa giostrare l’azione sia sui lati sia dal centro.
Giango: 7. Corre con intensità tutta la partita e trova il gol che chiude il primo tempo, sfruttando poi gli spazi nella ripresa.
Curridori: 6. Gioca degli spezzoni e lo fa in modo ordinato, ben esaltato dal contesto di squadra non risalta particolarmente ma non commette nessun errore.
Ahmed: 7,5. Prende palla e punta l’uomo, tira con entrambi i piedi e pone sempre un dubbio al suo avversario. Importante sia in fase conclusiva (un gol) sia in fase di transizione avanzata.

F.C. ARROGHANDI

Ricci: 6,5. Subisce sei reti ma dimostra di essere reattivo in diverse circostanze, unica pecca la partenza rallentata sul bellissimo gol da centrocampo di Grimaldi.
Troiani 5,5. Non riesce ad associarsi bene con i compagni e a tratti soffre la qualità avversaria.
Cominotti: 6. Tenta di chiudere più volte in difesa e proporsi in avanti senza troppi spunti.
Vicari: 5. Gioca a sprazzi ma non convince in impostazione né in fase più avanzata.
Colombo: 6.5. Gestisce la difesa e prova a tappare diversi buchi pur con una limitata mobilità del tronco. Si fa apprezzare anche per la qualità degli assist e il temperamento calmo, sia in campo sia nell’intervista post-partita. Un leader anche nella sconfitta.
Quinteri: 6. Apporta qualità alla manovra ma non incide in fase realizzativa, corre molto e in più zone di campo.
Scornavacca: 5,5. Entra a sprazzi ma non lascia il segno commettendo qualche imprecisione di troppo.
Santambrogio: 7. Si arrabbia dopo un primo tempo incolore e nella ripresa segna una doppietta pregevole con due tiri a giro. Trascina se stesso in modo nervoso senza riuscire a infondere lo spirito a tutta la squadra.
Carbone: 5,5. Indubbia qualità delle giocate e nell’associarsi con i compagni, qualche vezzo di troppo però gli costano delle sanguinose palle persone: su una di queste arriva anche un gol importante per gli avversari.
Felici: 6. Gioca più spezzoni e riesce a saltare l’uomo con velocità e tenacia. Non è incisivo a livello realizzativo ma l’impegno è apprezzabile soprattutto sulla fascia.

 

Diego D’Avanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp