Milano To Be tennistico contro un bel D-Squad

Dopo un primo tempo equilibrato, in cui però Milano sbaglia molto sotto porta, nella ripresa la squadra di Scopel trova il grimaldello per sbloccare la partita contro un D-Squad più in palla rispetto al solito, che però cala di condizione nel secondo tempo.

Migliore in campo Corsini, portiere degli azzurrini: para davvero di tutto. Subisce sei gol, ma ne salva quasi il doppio e non esageriamo nemmeno a dirlo. Il match viene sbloccato da Ardizzoni, che segna una doppietta, così come Scopel che arrotonda il punteggio con altre due reti. Chiudono il conto tennistico Dolce – Ferrari che no, non è lo spumante, ma contribuiscono al risultato champagne della loro squadra.

Milano ipoteca la zona Champions ma, in virtù dei recuperi vari delle altre squadre, deve conquistare almeno un punto nell’ultima giornata contro Hammers.

D-SQUAD

Corsini 7 Salva anche le madonne che riceve dagli avversari. Tiene in piedi la baracca.

Terragni 6 Tolto il secondo tempo, si dimostra un elemento tosto.

Soldi 6 Leader della difesa e della squadra. Prova a limitare i danni.

Piscopo 5.5 Non incide a dovere.

Spiota 5.5 Cliente scomodo sulla fascia. Tiene botta finché ne ha

Cannizzo 6 Crea qualche pericolo con dei tiri da fuori.

Pisano 5.5 Si vede poco.

MILANO TO BE

De Maio 6 Spettatore non pagante.

Amine 6.5 Tiene sempre alta la guardia.

Scopel 7 Gioca da fermo ma produce football.

Grossi 6 Ara la fascia più e più volte.

Ferrari 6.5 Gol e costanza di ritmo.

Ardizzoni 7 Solita eleganza e cattiveria.

Dolce 6.5 Da puntero è imponente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp