Archivio news 17/12/2018

UniLeague Milano: Hellas Madonna (2) vs Intercity FC (8)

La partita delle 20 ci riserva lo scontro tra due squadre che sono agli antipodi l’una rispetto all’altra: la seconda in classifica, Intercity FC in maglia gialla, e la seconda dal basso, gli Hellas Madonna in maglia azzurra.

 

Hellas Madonna

Intercity FC

1: Mariani                8: Berardi

1: Parma                     8: Lair

2: Ippolito                9: /

2: /                               9: Galiè

3: /                          10: Piccioni

3: Iaquinta                10: Pavani

4: /

4: Lorenzon

5: Perdichizzi

5: Giorgio

6: Di Pietrantonio

6: Nardi

7: Gatti

7: Magistrali

 

La partita delle 20 ci riserva lo scontro tra due squadre che sono agli antipodi l’una rispetto all’altra: la seconda in classifica, Intercity FC in maglia gialla, e la seconda dal basso, gli Hellas Madonna in maglia azzurra.

 

Partita difficile già sulla carta per i padroni di casa che cercano di limitare i danni. La prima occasione è però per gli Intercity con il tiro di Galiè alto di poco. Al 5° del primo tempo arriva il vantaggio ospite su tiro di Giorgio. Il raddoppio arriva due miuti più tardi con Galè che recupera palla a centrocampo, tira ma la conclusione è respinta male da Mariani che consente a Galiè in scivolata di avventarsi sulla palla e ribatterla in rete. Il terzo gol ospite porta ancora la firma di Galiè ma il merito è di Giorgio che recupera palla, tira forte trovando la parata di Mariani che respinge sui piedi di Galiè che da vero rapace la butta in rete.

 I padroni di casa si fanno vedere con un bel tiro di Gatti che trova l’opposizione di Parma e della traversa a negargli la soddisfazione del gol, e ci riprovano con Piccioni che calcia e sulla parata di Parma si distende Perdichizzi in scivolata e per poco manca l’appuntamento con il gol. Altra occasione per i padroni di casa è quella su punizione del numero 10: tiro teso che si stampa sulla traversa. Si rivedono in attacco gli ospiti con un’azione di Pavani che è una bellezza: controllo sulla fascia destra, discesa al limite dell’area, ruleta in mezzo a tre, rientro sul sinistro e conclusione respinta di piede da Mariani. Il primo tempo si chiude con la doppietta di Giorgio: discesa sulla fascia sinistra e gran diagonale su cui Mariani non può nulla.

 

Nella ripresa arriva subito il gol della bandiera per i padroni di casa: punizione di Piccioni che passa in mezzo a tutti battendo Parma. Sfruttando questo momento di inerzia i ragazzi in maglia azzurra provano a rendere il passivo meno pesante con il colpo di testa di Di Pietrantonio che prende il secondo palo. Vista la situazione e i precedenti gli ospiti decidono di ripremere sull’acceleratore e trovano il quinto gol con il numero 4: Giorgio serve Lorenzon che poco fuori dall’area tira rasoterra e segna. Ancora Lorenzon protagonista in veste di assist man per il 6-1: Lorenzon vede tra le linee Galiè che dribbla tutta la difesa dell’Hellas Madonna e mette la palla in rete. Il colpo si fa sentire e i padroni di casa spariscono dal campo, con gli ospiti che quasi infieriscono portano il loro risultato sul 9-1. Il settimo gol parte ancora dai piedi di Giorgio che recupera palla, la porta, serve Galiè al limite che tira e segna. Ancora Galiè a segnare l’ottavo gol, sempre dalla zona centrale del campo, poco fuori dall’area di rigore avversaria dove viene servito da Iaquinta, prende la mira e calcia sul secondo palo. Il nono sigillo è opera di Nardi che viene servito da Pavani e fa partire un altro tiro da fuori che Mariani non può prendere. Sul punteggio di 9-1 gli ospiti si lasciano andare e subiscono gol allo scadere dopo le varie sortite del portiere. Mariani porta palla fin oltre la linea di metà campo, la passa Perdichizzi che crossa per Gatti che mette in porta il pallone.

HELLAS MADONNA

INTERCITY FC

GOL: 10 (3’ 2°T), 7 (22’ 2°T)

GOL: 5 (5’, 22’ 1°T), 9 (7’,9’ 1°T/12’,14’,16’ 2°T), 4 (9’ 2°T), 6 (20’ 2°T)

AMMONITI: /

AMMONITI: /

ESPULSI: /

ESPULSI: /

 

Il migliore: Galiè Simone

Si gioca il titolo con Giorgio per tutta la partita ma i cinque gol sono il motivo per cui oggi si è aggiudicato questo titolo. Tecnico e agile stordisce la difesa avversaria e legge bene le seconde palle su cui spesso arriva prima degli altri per trasformale in gol. Solido.