Archivio news 27/06/2018

ULMi Summer Europa League - Semifinali

Cojoneros in goleada e Real Magenta dagli undici metri superano Hammers e Rhytmoteque e si danno appuntamento in finale

HAMMERS - COJONEROS 4-9
RETI:
1’, 16’ De Grandi (C), 2’, 8’ st Vaini (C), 9’ Petrolà (H), 10’ De Vincenzi (C), 20’ rig., 22’ De Feo (C), 10’ st Gualtieri (H), 15’ st Ciriolo (H), 20’ st Bianchi (C), 22’ st Iurlaro (C)

CRONACA: Tempo di semifinali per questa Europa League, i sorprendenti Cojoneros in bianco sfidano i campioni della Serie B degli Hammers in giallorosso. Sono proprio i blancos a portarsi subito in vantaggio con De Grandi, abile a segnare a tu per tu con De Cristoforo. Gli Hammers subiscono la botta dello svantaggio e Vaini ne approfitta per realizzare subito il raddoppio dalla fascia. Dopo una serie di buone occasioni i giallorossi riescono ad accorciare le distanze con Petrolà, il cui destro bacia la traversa prima di entrare in rete, ma subito dopo De Vincenzi ripristina le distanze. Dopo un bel dai e vai in area arriva la doppietta di De Grandi che sigla il poker e mette una seria ipoteca sulla finale. Di Sabato colpisce di mano un pallone in area e l’arbitro indica il dischetto, da cui realizza senza problemi De Feo il 5-1. Sempre il numero 5 trova il sesto gol dopo un bel dai e vai in area, per una partita che ha poco da dire già all’intervallo. Nella ripresa va ancora a segno Vaini con una staffilata mancina, prima delle marcature di Gualtieri, Ciriolo in tap in, Bianchi, La Torre e Iurlaro che chiudono la sfida sul 9-4 finale e regalano l’ultimo atto alle merengues.

PAGELLE:
Hammers:
1 De Cristoforo 5 Preso a pallate, non solo colpa sua.
10 Ciriolo 4.5 In crisi nera.
5 Di Sabato 4.5 Non chiude quasi niente.
0 Ardizzone 4 Vaini sembra un treno su quella fascia e lui lo perde sempre.
22 Pagano 5 Era il meno peggio, esce per infortunio.
4 La Torre 5 Prestazione assolutamente non da lui.
9 Petrolà 5.5 Nel primo tempo si dà da fare.
8 Gualtieri 5.5 Non molla e alla fine trova la rete.

Cojoneros:
1 Barzaghi 6.5 Serata senza troppi patemi anche per la sua buona gestione.
0 De Grandi 8 Mattatore della serata, grande giocatore.
Inter Vaini 8 Sulla fascia fa quel c***o che vuole.
8 Bianchi 7 Geometra dai piedi raffinati.
27 De Vincenzi 7.5 Corre per quattro, i polmoni della squadra.
5 De Feo 7 Dietro è un muro invalicabile.
00 Caminada 7.5 Sembra Materazzi di fianco a CannavarDe Feo.
23 Iurlaro 6.5 Dalla panca, entra quando la partita è già in discesa ma fa il suo.
51 Rossi 7 Rapido, veloce, tecnico. Bravissimo.

RHYTMOTEQUE BOYS - REAL MAGENTA 3-3*
RETI:
5’ Matti (R), 13’ Monteverde (M), 15’ Cassetta (R), 16’ Huaringa (M), 20’ Laraia (M), Militerni Jr. (R)

CRONACA: Seconda semifinale di Europa League: dopo che nella prima i Cojoneros hanno avuto la meglio degli Hammers, i Real Magenta in bianco azzurro cercheranno di fare altrettanto contro i Rhytmoteque in bianco. I ragazzi marchiati Hollywood partono forte e si portano in vantaggio con Matti che realizza a porta vuota. A metà frazione Monteverde realizza l’1-1 a tu per tu con Targia, ma Cassetta con una grandissima botta riporta subito avanti i suoi. Huaringa riporta in parità la sfida con un semplice tap in: i biancazzurri non ci tengono a fare la stessa fine dell’M.S.F.. Una splendida punizione di Laraia porta avanti il Real per la prima volta nella sfida. Nel secondo tempo sono sempre i biancazzurri a far la partita, con i Boys che tentato le ripartenze in controntropiede ma Matti non è sempre preciso nel controllo. Mantovani si supera in un paio di occasioni, ma poi Militerni Jr. Trova una preghiera alla fine che vale il pareggio e i calci di rigore. Nonostante il grande cuore messo in campo, i bianchi escono con onore dopo la sfida dal dischetto lasciando l’accesso alla finale si biancazzurri.

PAGELLE: 
Rhytmoteque 
Targia 6 Incolpevole sui gol.
Maronati 6 Gioca poco.
Militerni 6 Si vede raramente, sufficiente.
Militerni Jr 7 Come il fratello, sbaglia poco e diventa l’eroe alla fine.
De Carolis 5.5 Poco in forma, sbaglia molto.
Guerra 6.5 Con grinta, Sempre sul pezzo.
Matti 6 Si sbatte come un matto ma deficita di tecnica.
Cassetta 6.5 Sempre con la testa alta, bello da vedere.
Perona 6 Entra e si mette con diligenza sulla fascia.
Rossi 6.5 Sempre Attento dietro.

Real Magenta
Mantovani 6.5 Un paio di ottimi interventi.
Rotondo 6.5 Solido, Pulito e preciso.
Rebuscini 7 Grandi movimenti a liberare i compagni.
Marugi 6 Prestazione un po’ sottotono, ci si aspetta di più.
Monteverde 7 Ha un piede pazzesco.
Italiano 7 Parla una lingua calcistica comprensibile a pochi.
Laraia 6.5 Punizione magnifica e tanto calcio dai suoi piedi.
Huaringa 7 Il nuovo Suazo difensivo, velocità e tecnica.