Archivio news 30/04/2018

UniLeague C7 - Seconda fase, 4^ giornata

Morgan's e Birrareal si rialzano, solito Savastano

BIRRAREAL - BOCCO SAINT GERMAIN 3-2
RETI
: 13’, 15’ st Saladino (B), 20’ Bohan (G), 21’ Zoia (B), 13’ st Vachon (G)

CRONACA: Match d’alta classifica fra Birrareal e Bocco Saint German. I francesi guidano il girone B della seconda fase a punteggio pieno, mentre i Blues si trovano al terzo posto con 5 punti, frutto di una vittoria e due pareggi. Dopo una prima fase di studio in cui i francesi si fanno pericolosi con delle belle conclusioni dalla distanza, sono i Birrareal a portarsi avanti con Saladino che riesce a bucare Missoffe con un bell’inserimento. I rossobianchi accusano il colpo e rischiano di capitolare sotto i colpi di Zoia e compagni, che però vanno solo vicini al raddoppio, senza riuscire a finalizzare la mole di gioco. Nel finale di primo tempo arriva la doccia fredda per i ragazzi di Coach Parvyziar: Bohan si libera in area e riesce a trovare il gol dell’1-1. I biancoblu sono duri a morire e poco prima del duplice fischio ritornano avanti con Zoia. Nel secondo tempo i francesi giocano con grande foga, ma il Birrareal Gestisce con ordine il vantaggio, senza rischiare molto dietro. Vachon trova la parità all’improvviso con un gran destro dalla distanza, ma Saladino riporta subito avanti i suoi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La partita si fa nervosa nel finale: il Birrareal riesce a tenere fino al triplice fischio e a portare a casa tre punti d’oro, costringendo il Bocco alla prima sconfitta della seconda fase.

PAGELLE:
Birrareal
Cortellini 6.5 Nel primo tempo fa una parata splendida.
Di Vincenzo 6 Sulla destra si soffre di meno grazie a lui.
Armani 5.5 Dietro si perde Vachon una volta e basta, ma decisiva.
Saladino 7 Prestazione di sostanza, condita dalla doppietta.
Buongiorno 6 Quando i suoi sono in vantaggio palleggia Bene in mezzo.
Zoia 7 La rete e tanto, tanto lavoro sporco.
Salerno 6 Entra e ci mette cuore e polmoni.
Bruno sv
Frascella 6 Alto sulla sinistra, si fa valere.
Khamsi 6.5 Fulcro del gioco offensivo, un po’ veneziano.

Bocco
Missoffe 6.5 Non perfetto nelle uscite, poi si riscatta.
Vachon 6.5 Talento alla Belhanda, speriamo non si perda come lui.
Holzapfel 6.5 Tanto è impronunciabile il nome quanto è bravo lui.
Michet de Varine Bohan 7 Puntero di peso, bello il gol.
Sautet 6 Poco in partita.
Taslé d’Heliand 6 Corre quando è in campo.
Gallant 6.5 In mezzo recupera una infinita di palloni.
Andre 5.5 Polemico con l’arbitro, gioca nervoso.
Cardoso 6.5 Elegante, piede fine.

THE MORGAN’S - I GRANCHI AVATORI 5-2
RETI:
2’, 11’ Galletta (M), 4’, 16’ Conte (G), 10’ Maserati (M), 3’ st Andrico (M), 13’ st D’Andrea (M)

CRONACA: I Morgan’s chiamati a riscattare la sconfitta subita per mano degli Universicari per poter ancora sperare nel passaggio del turno, Granchi invece già eliminati matematicamente giocano senza pressione, solo per l’onore. Come da tradizione le gare dei Blues di Marino si rivelano ricche di gol ed emozioni: i Morgan’s hanno mostrato a lungo in questo torneo di prediligere il gioco offensivo, combinando però spesso svarioni in fase difensiva che sono anche costato caro nell’arco della stagione. Galletta porta avanti i suoi dopo neanche due giri di orologio, ma Conte risponde subito con una bella percussione offensiva. Maserati e ancora il numero 10 sono protagonisti di due gol in rapida successione che sembrano permettere ai Franzosi’s Boys di prendere il largo, ma Conte su rigore accorcia di nuovo le distanze prima del fischio di fine primo tempo. Ad inizio della seconda frazione Andrico ristabilisce le distanze non fallendo l’appuntamento con la rete solo a tu per tu con Limongi. Marino si rende pericoloso su calcio piazzato, colpendo il palo alla sinistra di Limongi, immobile nell’occasione. D’Andrea in tap in trova la manita che chiude di fatto la gara, con i Granchi ormai in bambola, apparentemente incapaci di reagire. I Blues gestiscono il vantaggio fino alla fine, andando anche più volte vicini al sesto gol e senza rischiare mai nulla portano a casa tre punti che alimentano la speranza.

PAGELLE:
Morgan’s
Maraboli 6.5 Mobile, trasmette sicurezza.
Rossetti 6.5 Copre con attenzione.
Franzosi 7 Direttore d’orchestra alla Bonucci.
Marino 6.5 Poco mobile, ma sempre preciso col piede.
Andrico 7 Realizza il gol della tranquillità.
D’Andrea 6.5 Sulla sinistra, fiato e polmoni per la squadra.
Cavestro 6 Buona prova.
Maserati 6.5 Una rete e tanto lavoro sporco.
Galletta 7.5 Man of the match, due gol e tanto, tanto talento.

Granchi
Limongi 5 Non blocca un pallone.
Conte 7 Tiene a galla i suoi finché può.
Ronchi 5 In difficoltà per tutta la gara.
Raggi 5 Scoordinato, contiene poco e male.
Carrara 4.5 Fuori fase, spesso anche fuori posizione.
Saligari 5 Non crea spazi per i compagni e non torna.
Ruffini 5 Come Ciro. Immobile.
Perrone 5.5 Almeno lui Corre.
Ortolani 6 Gioca poco.


SAVASTANO - OLYMPIAGOZZ 3-1
RETI:
3’ Putrino (O), 4’ Sforza (S), 13’, 7’ st Giovinazzo (O)

CRONACA: Ultima chiamata per l’Olympiagozz, costretta a cercare la vittoria contro il Savastano, capolista con 3 vittorie su 3 incontri fin qui disputati nella seconda fase. Su un errore difensivo si portano in vantaggio i rossocrociati con Putrino abile a mettere dentro dopo un rinvio sbagliato. Sforza ripristina subito la parità, per un avvio di partita ricco di emozioni. Senza nulla da perdere, i biancorossi giocano con la tranquillità sufficiente a tenere sgombra la mente: Giovinazzo trova la rete del vantaggio con un grande tiro, battendo Resca e costringendo la capolista ad inseguire. La seconda frazione si apre con i Blues in forte pressione, alla ricerca del pareggio. Giovinazzo guadagna un rigore nel secondo tempo provocando un accenno di rissa: è lo stesso numero 2 a trasformare, trasformando il sogno in realtà. La difesa rosso bianca Tiene fino alla fine e regala tre clamorosi punti che riaprono il campionato, con i Savastano costretti a vincere l’ultima per essere sicuri di passare.

PAGELLE:
Savastano
1 Resca 5.5 Non la sua migliore prova.
0 Gusso 5 In difficoltà nelle chiusure.
7 Volpi 5 Fatica a far girare il pallone.
5 Spada 5.5 Poco concentrato, Fuori fase.
4 Maiorana 6 Almeno Ci prova.
9 Sforza 4.5 Sbaglia una quantità di gol incredibile.
11 Centore 5 Troppo scordinato.
2 Putrino 6 Corre molto.

Olympiagozz
1 Marrone 6.5 Mette mani e cuore sulla partita.
2 Giovinazzo 7 Protagonista nella serata dell’impresa.
71 Borelli 6 Gestisce il gioco alla Thiago Motta.
4 Scotti 6.5 Entra dalla panca e da subito il suo apporto.
6 Furiosi 6 Fa sentire la presenza ai centravanti avversari.
7 Tamburello 6.5 Nel finale contribuisce a tenere vivo il muro difensivo.
3 Canepa 7 Uno dei più in palla.
8 Conforti 7 Prestazione eccezionale.