Hammers sull’ottovolante per la finale, Club sfiora l’impresa

Hammers è la finalista del torneo Spring Cup organizzato da Ulmi. Allo Stadium, infatti, i ragazzi di Marino hanno sofferto contro un Club dei Sir difficile da domare, al termine di un match emozionante e ad alto ritmo, ma alla fine hanno trionfato grazie al solito Grassia.

Primo tempo assurdo: Loja, Marino e Husi portano, nel giro di poco più di un minuto, sul 3-0 gli Hammers che sembrano avere la partita già in controllo. Fossati riapre la gara, poi si sveglia Castaldo che rifila una super doppietta e pareggia i conti nel giro di tre minuti. Nel finale di tempo, Fossati completa la rimonta per i Sir, ma Marino pareggia proprio sul gong.

Nella ripresa è ancora Club con l’alieno Castaldo che cala il tris personale porta i suoi sul 5-4. Husi però non ci sta e con una mina trova il pareggio. Ecco allora che per decidere la sfida c’è bisogno di chi, fino a quel momento, era il grande assente: Grassia, infatti, sale in cattedra e ne caccia tre, che risulteranno decisivi per il passaggio del turno. Gol anche per Romano dei Sir nel finale: finisce 8-6 e Hammers che si giocherà la finalissima contro i Galacticos.

HAMMERS

Sentinella 6 Al netto dell’errore del primo tempo, riscatta bene nelle azioni successive.

Grassia 9 Sale in cattedra proprio nel finale e risulta decisivo con una super tripletta.

Ravetta 7 Dietro è sempre preciso e puntuale come un orologio svizzero.

Troilo 6 Alterna salvataggi a sbavature ma se la cava.

Loja 7 Apre le danze e ci mette sostanza.

Marino 7.5 Leva le castagne dal fuoco nei momenti più difficili.

Husi 7 In avanti fa il suo. Trova un gol importante che permette ai suoi di sbloccare la sfida nel finale.

Beranti 6.5 Tanta corsa e lampi di genio.

Magnaghi 6 Operaio. Ordinato e spazzino quando serve.

 

CLUB DEI SIR

Fossati 6 Fa il suo. Può farci poco sui gol.

Scatton 6 in fascia è sempre molto battagliero.

Rasola 6 Arriva spesso primo sui palloni.

Pravettoni 5.5 Si vede poco e non riesce a primeggiare in centrocampo.

Fossati M. 7.5 In avanti è sempre pericoloso.

Schiavon 6 Tanto sacrificio.

Castaldo 9 Un alieno atterrato in campo. Strepitoso.

Romano 7 Sempre con la solita classe e tranquillità in ogni pallone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp