Gate sprecone, l’Uragano ringrazia Jesus per il miracolo

Clamoroso quanto accaduto nel match del torneo Open dell’Ulmi tra Gate e Uragano Jesus. Quest’ultimi vincono strappando tre punti sofferti, anche fortunati, al termine di un match giocato con grande cinismo da parte di Badda e compagni. L’opposto di Gate, invece, che domina la partita ma si mangia di tutto e di più, anche grazie alle grandi parati di De Feudis, e si trova a bocca asciutta dopo 44 minuti di gioco.

Il primo tempo è tutto a tinte gialle, ma Vivabene, Scotti e Pusceddu hanno le polveri bagnate e non riescono ad incidere. Proprio l’ultimo del trio riesce a sbloccare il match e a portarlo sui binari favorevoli ai suoi, a pochi minuti dal termine del primo tempo.

Nella ripresa, però, i ritmi si abbassano e gli Uragano si affacciano un paio di volte dalle parti di Caserini.  A metà tempo, però, ecco che accade l’incredibile: bastano 23 secondi e prima De Feudis pareggia su calcio di rigore, poi Nassim Badda trova la rete del 2-1. Una vittoria che regala morale e tanta fiducia ai ragazzi di Jesus, che salgono a quota 8 punti, sorpassando proprio gli spreconi di Gate.

GATE

Caserini 6 Sicuro. Incolpevole sui gol.

Fratus 6 Deciso e roccioso.

Granata 6 Sempre ordinato e prudente.

Fotia 5.5 Poco preciso e a tratti intimidito.

Pusceddu 6.5 Crea pericolo e occasioni.

Carezzato 5.5 Vaga per il campo in cerca di una posizione ma non riesce ad essere partecipe con decisione.

Vivabene 5.5 La prestazione non è male, ma si mangia veramente di tutto e a volte è lezioso. Può moooolto di più.

Scotti 6 Anche lui si incunea bene e tenta la sorte, non riesce ad essere fortunato.

URAGANO JESUS

De Feudis S. 7.5 Para anche le farfalle. Buggattissimo, felicissimo e stanchissimo.

Torresani 6.5 Non si dà mai per vinto e nei contrasti non tira mai indietro la gamba. A costo di perderla (come nel primo tempo).

Carbone 5.5 L’unico dei suoi che appare un pochino timoroso nel giocare la palla. Per questa volta rimandato.

Pirrotta 6 Protegge bene la palla e prende la posizione a dovere in attacco.

Capacchione 6 Equilibrato.

Biondo 6 Non gli abbiamo visto il colore dei capelli, quindi sufficienza sulla fiducia.

Badda N 7.5 Il lavoro paga, l’impegno ancor di più. Un successo che porta la sua grinta e la sua fame.

De Feudis A 7 Prova a fare da diga in mediana e poi il regista. Pareggia dal dischetto e dà il via alla vittoria.

Badda T 6.5 Molto mobile e terribile. Una spina nel fianco.

Damonti 6 Si vede poco, ma non commette particolari sbavature.

Prestigiovanni 6 Se la cava in difesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp