News archive 17/12/2018

UniLeague Milano: A.C. Cappatoio (2) vs Werder Cermenate (1)

Match delle 21 tra la capolista A.C. Cappatoio e la quinta classificata Werder Cermenate.

 

A.C. CAPPATOIO

WERDER CERMENATE

1: Albiani               8: Rivano

1: Guarracino                   8: Papini

2: Dezsenyi            9: Guasco

2: Isella G.                         9: Riccardi

3: Marceddu       10: Bonamici

3: Mucci                          10: Pedrazzini M.

4: Centofanti       11: Bucolo

4: Isella A.                       11: Vesentini

5: Maserati

5: De Paola

6: Affò

6: Pedrazzini A.

7: Cortinovi

7: Abgelillo

 

Match delle 21 tra la capolista A.C. Cappatoio e la quinta classificata Werder Cermenate.

 

Partita particolarmente sentita per i padroni di casa che arrivano da quattro vittorie di fila e vorrebbero inanellare una quinta per laurearsi campioni d’inverno ed affrontare la pausa sereni. Dall’altra parte ci sono i ragazzi del Werder che vogliono rifarsi delle diverse amichevoli perse nella pre-season e scalare un po’ la classifica. La partita non è particolarmente vivace. I padroni di casa alternano bel gioco a lanci lunghi mentre gli ospiti cercano di far valere la loro forza fisica. La capolista va vicina al vantaggio con un paio di tiri di Guasco che terminano di poco fuori dalla porta difesa da Guarracino. Le occasioni stentano a decollare e le due squadre si studiano fino al momento del gol di Rivano: lancio lungo per il numero 8 che è anticipato da Mucci, che protegge bene ma poi si suicida tentando un retropassagio di testa al portiere che esce corto il giusto affinché il tenace rivano ci metta la punta e beffi Guarracino. Si va a riposo dopo un primo tempo piuttosto noioso e mal giocato da entrambe le squadre.  

 

Nella ripresa gli ospiti alzano il pressing e vanno vicini al gol due volte. Prima con un tiro da fuori di del 4 deviato alto da Albiani e poi su una punizione insidiosa del loro numero 8. La palla passa attraverso la barriera tra Affò e Maserati, rimbalza davanti ad Albiani che salva ma respinge sui piedi di Mucci che appoggia di piatto e trova il miracoloso salvataggio di Marceddu che però gli restituisce palla e Mucci prova la terza volta tirando a lato. Il gol del raddoppio della capolista da ossigeno ai ragazzi di Centofanti: Affò a contrasto con il numero 4, recuper palla a metà campo, serve Guasco in fascia destra che tira, Guarracino para ma la palla arriva a Maserati che deve solo appoggiare in rete. Azione simile che può valere il doppio vantaggio per i padroni di casa pochi minuti dopo. Affò intrcetta un pallone in uscita del Werder, lo serve al vicino Guasco che calcia sul primo palo trovando la parata in corner di Guarracino.

Gol che accorcia le distanze per il Werder nel finale: il numero 8 si accentra, tira e trova la deviazione determinante di Bucolo che batte Albiani.

 

A.C. CAPPATOIO

WERDER CERMENATE

GOL: 8 (15’ 1°T), 5 (10’ 2°T)

GOL: OG 11 (20’ 2°T)

AMMONITI: /

AMMONITI: /

ESPULSI: /

ESPULSI: /

 

 

 

 

Il migliore: MASERATI ANDREA

Anche questa giornata il migliore in campo è il numero 5. Gioca una partita in cui prende solo calci sulle caviglie senza mai innervosirsi ne scomporsi minimamente. Attento e puntuale quando serve non spreca mai palle in maniera banale. Prezioso come l’oro.