Cuore Milano ma non basta: Casa de Padel irresistibile

Non basta l’enorme cuore di Milano To Be, la Casa de Padel fatica a segnare ma alla fine strappa l’ennesima vittoria di questa stagione vincendo di misura per 3-2. Andiamo per ordine e raccontiamo una delle partite più belle della stagione.

La capolista parte fortissimo e tenta in tutte le maniere di aprire subito le danze, ma deve fare i conti con De Maio in stato di grazia che para anche gli spifferi d’aria. Milano si richiude e riparte, ma Boccignone si fa trovare pronto e attento. Nel finale di tempo, pallone in mezzo per Azzarone che a porta spalancata non sbaglia e porta avanti la Casa de Padel.

La ripresa comincia con lo stesso leitmotiv del primo tempo: assedio della capolista con De Maio che compie miracoli. Dal nulla, poi, azione magistrale di Milano che porta al pareggio Tebaldi. Il match si fa intenso ed emozionante. Elli riesce a siglare il raddoppio per la Casa, ma poco dopo ancora Tebaldi mette il timbro per il pareggio di Milano. La difesa agguerrita dei To Be deve arrendersi sul diagonale vincente di Fronda che trova l’angolino e permette ai suoi di trovare i tre punti anche questa volta.

MILANO TO BE

De Maio 8 Mistico. Prende 3 gol su almeno 15 tiri (a stare stretti). Un autentico mostro.

Amine 6.5 Sempre in anticipo. Complica la vita all’attacco più prolifico del campionato.

Mulinacci 6 Fatica a fare emergere la qualità, ma perché deve sacrificarsi aiutando moltissimo in difesa.

Muzio 6 Gestisce bene il pallone. Deve però fare qualcosa in più perché ha le qualità per fare la differenza.

Tebaldi 7.5 Non demorde e aggredisce quelle poche palle che arrivano davanti… Risultato? Doppietta.

Tutone 6 Gioca a tutto campo e fa molto lavoro sporco.

Dolce 6.5 Anche lui, come Amine, regge l’urto e prova mettere i suoi tentacoli in ogni spazio da tappare.

CASA DE PADEL

Boccignone 6.5 Attento e sicuro.

Campeol 6.5 Instancabile.

Romano 6 Solita qualità. Davanti alla porta però si mangia di tutto.

Cosmai 7 Metronomo della squadra. Orchestra il gioco con semplicità e rapidità.

Elli 7.5 Gol, classe e tecnica.

Fronda 7.5 Dietro è un muro, davanti è un martello. Il suo gol sbroglia una gara difficile.

Azzarone 7 Apre le danze ed è sempre indemoniato negli ultimi metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp