CATENACCIO E CONTROPIEDE DI NOME E DI FATTO

CATENACCIO E CONTROPIEDE vs O TIR A GIR 6-4 (Girone D)

RETI: Musazzi (C),  Migliori Giov. (C), Belfi x2 (C), Trevisan M. (C), Zampieri (C), Capobianco x2 (O), Amatulli (O), Meda (O)

CATENACCIO E CONTROPIEDE DI NOME E DI FATTO – Riccardo Lionetto –

Gara emozionante quella disputata tra Catenaccio e contropiede e O Tir a Gir. La spuntano i primi dopo aver vissuto momenti altalenanti all’interno del match. La gara si sblocca al calcio d’inizio, con il tiro di Musazzi da centrocampo che coglie impreparato Toti. La gara sembra in discesa per il Catenaccio, che segnano altri tre gol con Giovanni Migliori, Belfi e Trevisani, portandosi sul 4-0. Dal nulla, però, ecco la reazione di O Tir a Gir che porta la firma del mancino al veleno di Maurizio Capobianco, che con una doppietta sembra rimettere in sesto i suoi. Nel finale di tempo altre due reti: Zampieri trova il 5-2 da centrocampo, che certifica una serata no per Toti, ma subito dopo Amatulli accorcia ancora le distanze. Nella ripresa O Tir a Gir spinge sull’acceleratore e trova il gol del 5-4 con Meda. Questi costringono Catenaccio e contropiede a rifugiarsi in difesa. Ma ecco la ripartenza degna del nome: Belfi vola in campo aperto e trova la rete del definitivo 6-4.

LE PAGELLE

Catenaccio e Contropiede

Trevisan L. 5.5: paradossalmente non subisce molto, ma subisce 4 reti sulle vere occasioni degli avversari.

Migliori Gior. 6: contiene abbastanza bene gli attaccanti.

Musazzi 6.5: apre il match con un capolavoro. Gioca con grinta e astuzia.

Belfi 7.5: tecnica, qualità e doppietta decisiva.

Miano 6: gestisce bene il pallone sulla fascia.

Migliori Giov. 7: trova sempre la giocata.

Zampieri 7: anche lui segna da casa sua. Difficile da saltare.

Aversa 6: gara ordinata.

Trevisan M. 6.5: entra, timbra e gioca con il fisico.

O Tir a Gir

Toti 5: non è proprio la sua serata.

Zelante 5.5: davanti si va vedere, ma dietro fatica.

Amatulli 6: segna e si rende pericoloso.

Siviero 5: fuori dai radar del gioco.

Manaos 5.5: lotta come può ma fatica ad essere propositivo.

Zandonà 5: sbaglia due giocate che paga caro con i gol subiti.

Meda 6.5: veloce e rapido sulla fascia.

Polenghi 5.5: gioca spalle alla porta, fatica a trovare spazio.

Bazzani 6.5: giocate importanti. 

Capobianco 7: si trascina la squadra sulle spalle nel primo tempo, ma non basta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp