Bovisasca-RS United Summer Champions League: pari, spettacolo e pass per i quarti per entrambe

Passaggio del turno per RS United e Bovisasca, che impattano 7 a 7 nello scontro diretto e conquistano l’accesso ai quarti di finale dell’Ulmi Summer Champions League.

Partita senza senso, soprattutto nella ripresa. Sì perché, nella prima frazione, le due squadre si affrontano con maggior prudenza, offendendo ma con un occhio di riguardo. United avanti 2-0 grazie alle reti di Hazzah e di Fronda, ma ripreso prima del duplice fischio dalla bordata di Romeo e dalla rete di Salvatore Lillo.

Nella ripresa le due squadre si scatenano: Fichera sigla due reti, entrambe pareggiate da De Masi, che poi ribalta tutto sul 5-4. Lillo timbra la doppietta, poi l’impensabile: rilancio lungo di Loscocco che sorprende Errante, trovando il 6-5 per la Bovisasca.

Fronda e De Masi controribaltano il risultato, ma al 50’ Picone inventa il 7-7 definitivo che vale la qualificazione. RS primo con quattro punti, Bovisasca che chiude al secondo posto a quota 2. Poco male per l’Atletico Madrink, che nonostante il solo punto, accede alla Final Eight.

 

RS UNITED

Errante 6.5: Chiamato in causa in un paio di circostanze, si fa sempre trovare pronto. Può poco e nulla sui gol subiti.

D’Ausilio 6.5: Ha qualità immense ma le mostra a sprazzi. Quando si accende, però, non lo fermi quasi mai.

Hazzah 7: Apre le danze con un gran tracciato mancino, imparabile per l’estremo della Bovisasca. E’ già a quota 4 gol in due partite.

Castaldo 6.5: Entrato nella ripresa, gioca come sempre sul velluto, cercando la giocata migliore per i compagni. Manca di consistenza davanti alla porta.

De Masi 8.5: E’ il man of the match della gara. Entra nella ripresa e si scatena con ben quattro gol, uno dei quali estremamente spettacolare, col tacco.

Fall 6.5: Nel secondo tempo fa valere la sua fisicità in mezzo al campo. Tocca pochi palloni, anche perché quasi sempre atterrato dagli avversari.

Tremolada 6.5: Un motorino. Corre tantissimo in campo, provando anche a pungere in zona offensiva. A livello difensivo impeccabile, soprattutto in fase di recupero.

Speranza 6.5: Leggerissimo passo indietro rispetto alla prima gara, anche per la caratura dell’avversario. Difende con coraggio e audacia, non disdegnando qualche sgroppata.

Fronda 7.5: Inarrestabile. Quando parte palla al piede, difficilmente viene fermato. Trova un gran gol, quello del 2-0, anche se aiutato dalla difesa oronera, totalmente immobile.

Quaranta 6: Decisamente meno coinvolto nel gioco rispetto alla sfida contro l’Atletico, gestisce comunque diversi palloni, sbagliando poco.

 

BOVISASCA

Loscocco 8: Per quanto non voluto, il gol fa impennare il voto. Un tracciante lungo degno di Peppino Mascara. Fra i pali ci sa fare, salvando la porta in alcune occasioni.

Ortolan 6.5: Tanta corsa sull’out di destra, dove cerca di spingere maggiormente soprattutto nella ripresa. Poco concreto in fase di conclusione.

Picone 7: Prestazione appena sufficiente fino al 50’, quando si inventa un capolavoro per pareggiare il match: demi volè e palla in buca d’angolo. Chapeau.

Messaoudi 6: Fra i suoi è quello che si nota meno, anche se è autore di diversi recuperi palla.

Romeo 7.5: Assomiglia a Bremer per tantissimi aspetti, sia di marcatura che di anticipo. Cosa gli permette di essere più forte? Il mancino. Una bomba assoluta.

Fichera 8: Nella scorsa partita lo avevamo “bacchettato” per la poca concretezza. Credo ci abbia sentiti: due gol d’autore e tanta tanta pericolosità.

Lillo 8: Solita eccelsa partita per il 24, che utilizza come sempre il polmone aggiuntivo per correre più di tutti. E trova anche due bellissimi gol: un inserimento e un destro all’angolino.

Vecchierelli 6.5: Meno concreto dei compagni di centrocampo, ma provvidenziale nel dettare i ritmi della gara.

Vergara s.v.

Ricci s.v.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp