Atletico alla follia, Geriatrico in paradiso poi all’inferno

Partita difficile da spiegare ma alquanto emozionante quella tra Geriatrico e Atletico Micatanto. Vincono gli ultimi al gong finale, dopo aver controllato la gara, aver subito la rimonta dei gialloblù e infine averla nuovamente ribaltata.

Primo tempo paradossale: Vandoni fa doppietta e porta l’Atletico sul 2-0, nonostante la partita la faccia il Geriatrico. Brunetti, all’ultimo secondo della prima frazione di gara fa anche il 3-0. Poi accade l’incredibile nella ripresa: Atletico che smette di giocare, e allora Furlani fa 3-1 e accorcia le distanze. A metà ripresa, rigore per il Geriatrico trasformato da Andrea Rubino che fa 3-2, e poco dopo la punizione di Tallarico finisce all’incrocio per il gol del pareggio. Passa una manciata di secondi ed è Vitiello a mettere la palla sotto il sette e trovare il 4-3 per i gialloblù.

L’Atletico però si risveglia e ancora Vandoni trova la rete del 4-4 da punizione. Finale incredibile: Rubino con il tap in fa 5-4 per il Geriatrico e sembra finita ma, nei minuti di recupero, una doppietta di Camposano regala clamorosamente i tre punti all’Atletico.

GERIATRICO

Verri 5.5 Deve fare di più. In un paio di occasioni può evitare i gol.

Rubino 6.5 Dietro fa il suo. In avanti è freddo dal dischetto e sotto la porta.

Furlani 6.5 Rifornimento e sacrificio.

Ferrari 6 Corsa ed equilibrio. Sbava nel finale.

Verderio 5.5 Qualche sbavatura. Appare sempre timido nella lotta.

Talarico 6 Sempre duro e cattivo agonisticamente.

Goj 6 Spunti davvero interessanti. Può fare ancora di più.

Scopel 6 Sponde e tanta leadership.

Vitiello 7 Lotta, si danna e recupera palloni. Il migliore dei suoi.

ATLETICO MICATANTO

Lo Tufo 6.5 Para il parabile.

Cassi 5.5 Scarico. Non lotta come al solito.

Brunetti 6.5 Perno in mediana che compie molto bene la doppia fase.

Scalvenzi 5.5 Fatica contro l’attacco avversario.

Scopa 6.5 Sempre molto rapido sulla fascia.

Perini 6 Garantisce equilibrio.

Vandoni 7.5 Cecchino infallibile.

Camposano 7 In difficoltà. Poi però nel finale trova la doppietta decisiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Scrivici su WhatsApp